Estate 2021 TCS boom dei campeggi in Svizzera

Leader del campeggio in Svizzera, TCS Camping ha visto aumentare nel 2020 i pernottamenti turistici, raggiungendo quota 780’000, con un incremento di oltre il 25%, rispetto all’anno precedente.

Alla luce delle prenotazioni anticipate, le vacanze in campeggio dovrebbero registrare un grande successo anche nell’estate 2021. Molte novità attendono i visitatori, dal villaggio glamping pop-up di Laax al campo da surf di Sion.

Le vacanze in contatto con la natura in Svizzera sono state particolarmente richieste nel 2020. Tutto ciò è stato avvertito anche nei 24 campeggi del TCS. Sebbene, a causa del semi-confinamento imposto dalla pandemia di coronavirus, i campeggi siano stati costretti ad aprire le porte nove settimane più tardi del previsto, alla fine della stagione essi hanno registrato un nuovo primato di pernottamenti. 

Il lockdown ha ulteriormente rafforzato la domanda di vacanze nella natura, non complicate e conformi alle disposizioni di sicurezza sanitaria. Inoltre, a causa dell’incerta situazione sulle condizioni di viaggio, molti Svizzeri hanno deciso di trascorrere le vacanze nel loro paese d’origine”, sottolinea Oliver Grützner, responsabile di Turismo & tempo libero presso il TCS. Circa il 90% degli ospiti dei 24 campeggi del TCS provenivano così dalla Svizzera.

Particolarmente richiesti nei mesi estivi erano i luoghi vicini all’acqua. Inoltre – secondo Olivier Grützner – i campeggi hanno accolto numerosi “nuovi campeggiatori” e registrato il ritorno di ex-campeggiatori.

Vi è poi stato un forte aumento di caravan e di camper.